• Telefono: (+39) 0872 710 501
  • Via del Verde, 42 - 66034 Lanciano (CH), Italia
  • Email: info@ever-est.it
Interpretariato di conferenza: cos'è e perché è così importante

Interpretariato di conferenza: cos'è e perché è così importante

  • Redazione
  • 21/01/2021
  • Linguistica
Scopriamo insieme cos'è l'interpretariato di conferenza, le sue peculiarità è le caratteristiche da ricercare nell'agenzia a cui affidare questo compito

L’interpretazione di conferenza è l’atto di trasporre un messaggio, originariamente pronunciato in una lingua, in una o più lingue differenti tramite un team di interpreti di conferenza. Viene utilizzata in incontri di ogni dimensione, dai vertici internazionali ai congressi scientifici, dalle conferenze mediche e tecniche alle assemblee generali, dagli eventi aziendali alle conferenze stampa e presentazioni dei risultati finanziari, per fare solo qualche esempio.

Quali sono le competenze da possedere per essere un interprete di conferenza?

Come si è detto in precedenza l’interprete di conferenza trasmette un messaggio da una lingua ad un’altra. La sua attività può essere di tre tipi, simultanea, consecutiva e chuchotage. Nell'interpretazione simultanea l’interprete è all’interno di una cabina insonorizzata dotata di console e cuffie attraverso le quali ascolta l’oratore e riproduce e riporta simultaneamente l’intervento in un’altra lingua attraverso un microfono, agli uditori che non comprendono la lingua dell’oratore muniti anch’essi di cuffie. In breve l’interprete dovrà ascoltare l’interlocutore, comprendere e interpretare per questo è richiesta un’alta dose di concentrazione. Nell'interpretazione consecutiva l’interprete si trova sul palco insieme all’oratore, quest’ultimo parla per un lasso di tempo di pochi minuti fino ad un massimo di 15, si interrompe e l’interprete riporta quanto detto; se si tratta di un periodo lungo l’interprete potrà prendere appunti (prise de note) per essere più puntuale nella sua interpretazione. Oggi questa tecnica è meno usata rispetto alla simultanea durante convegni o conferenze, ma è sicuramente da preferire in tavoli di trattativa o durante alcune riunioni d’affari. Nel chuchotage, dal termine francese chuchoter sussurrare, l’interprete è seduto accanto all’uditore e gli sussurra all’orecchio la traduzione; l’interprete quindi ascolta, comprende e simultaneamente traduce senza bisogno di alcuna attrezzatura tecnologica.

A chi affidarsi

Per evitare spiacevoli fraintendimenti e persone poco professionali, dunque, la soluzione migliore resterà quella di affidarsi a delle competenti agenzie di comunicazione, le quali offrono servizi di interpretariato anche per queste circostanze. Oltre all’efficienza della traduzione, infatti, sarà garantita la migliore riservatezza possibile che renderanno la conferenza un successo da più fronti: comunicativo, espressivo e privato.

Formazione tecnica e talento innato

In linea generale un interprete possiede almeno una laurea in lingue e ha frequentato master e corsi di specializzazione in interpretariato per acquisire la tecnica necessaria a svolgere il suo lavoro. Tuttavia, un interprete di conferenza dovrà possedere diverse abilità oltre a quella di saper tradurre all’impronta da una lingua straniera alla propria lingua madre. Dovrà essere in grado, ad esempio, di non farsi prendere dal panico nel momento in cui l’oratore utilizzerà termini che non è in grado di tradurre oppure espressioni idiomatiche di cui non esiste una traduzione letteraria nella lingua d’arrivo.

Interessato ai nostri servizi?

Non esitare a contattarci per qualsivoglia informazione o richiesta, saremo lieti di assistervi.